verificare il green pass nelle aziende private - Consulenza privacy e organizzazione aziendale Padova

Dal 1985 servizi per la compliance aziendale
via Mons. Daniele Comboni, 3
35136 Padova
direzione 328.6241003
amministrazione 331.1880491
Vai ai contenuti


gestione operativa per la verifica del
green pass

verifica Green Pass nelle aziende

Dal 15 ottobre al fino al 31 dicembre 2021, i lavoratori, per poter accedere a tutti i luoghi di lavoro, devono possedere ed esibire un Certificato verde valido. L'obbligo si estende anche ai lavoratori esterni all’azienda, ai volontari ed ai lavoratori autonomi ad eccezione dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale purchè muniti di idonea certificazione medica.

applicazione della normativa

sanzioni per il datore di lavoro e per il lavoratore

Il datore di lavoro deve aver predisposto i seguenti documenti comprovanti il rispetto delle prescrizioni del DL. 52/2021:
  1. procedura per la gestione operativa delle verifiche dei green pass dei propri lavoratori e dei terzi che accedono in azienda; il documento è previsto all'art. 9 septies comma 5 introdotto dall'art. 3 del DL 127/2021;
  2. informativa sul nuovo trattamento dati, conforme alle prescrizioni di cui agli artt. 13 e 14 GDPR da apporre nelle vicinanze del luogo ove viene effettuata la verifica del green pass;
  3. aggiornamento del registro dei trattamenti, secondo le prescrizioni dell'art. 30 GDPR;
  4. incarico al trattamento dei dati per i soggetti incaricati dal datore di lavoro della verifica del green pass, ai sensi dell'art. 29 del GDPR, anche se per il solo periodo 15 ottobre - 31 dicembre.

LAVORATORE

  • senza green pass all'ingresso del luogo di lavoro
    • considerato come assente ingiustificato
    • sospeso dalla retribuzione e dagli altri compensi o emolumenti comunque denominati
    • non può essere licenziato o sottoposto ad altre sanzioni disciplinari

  • senza green pass nel luogo di lavoro
    • considerato come assente ingiustificato
    • sospeso dalla retribuzione e dagli altri compensi o emolumenti comunque denominati
    • può essere sottoposto a sanzioni disciplinari secondo regimi e ordinamenti
    • oltre alla retribuzione, non sarà più versata al lavoratore qualsiasi altra componente della retribuzione, anche di natura previdenziale, avente carattere fisso e continuativo, accessorio o indennitario, previsto per le giornate di lavoro non prestata. I giorni di assenza ingiustificata non concorrono alla maturazione delle ferie e comportano la perdita della relativa anzianità di servizio
    • segnalazione alla prefettura ai fini dell’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 600€ a 1.500€, che raddoppiata nel caso di reiterazione della violazione

  • piccole imprese sotto ai 15 dipendenti
    • dopo il quinto giorno di assenza ingiustificata, il dipendente può essere sospeso senza diritto alla retribuzione o altro emolumento e può essere sostituito per la durata del contratto di lavoro stipulato per la sostituzione non superiore ai 10 giorni, rinnovabili una sola volta e non oltre il 31/12/2021
    • il dipendente non può essere licenziato o sottoposto ad altre sanzioni disciplinari

DATORE DI LAVORO

  • se non effettua le verifiche o se non ha definito le modalità operative per le verifiche
    • sanzione amministrativa da 400€ a 1.000€, raddoppiata in caso di reiterazione della violazione
Sono diversi gli errori che un datore di lavoro può commettere nell'ottemperare alle prescrizioni del DL 52/2021, dimenticando che tutte le attività previste per il controllo della validità del green pass nel settore privato, devono sottostare anche alle regole del GDPR.

Il datore di lavoro non deve:
  • creare delle "banche dati green pass" con gli elenchi di chi è vaccinato evidenziando i c.d. "no-vax"
  • archiviare copia dei green pass in qualsiasi forma e modo
  • usare sistemi alternativi all'applicazione VERIFICA C19

Il datore di lavoro deve:
  • assegnare il compito di "verificatore" a dipendenti di fiducia, fornendo loro le adeguate istruzioni operative attraverso una corretta autorizzazione scritta
  • redigere l'informativa al trattamento dati
  • aggiornare il registro dei trattamenti
  • aggiornare il Modello Organizzativo Privacy aziendale
  • coinvolgere il DPO o il responsabile privacy nella redazione e revisione dei documenti

errori da non commettere

Acquista on-line il nostro KIT ADEMPIMENTI - GREEN PASS, con tutta la documentazione necessaria per essere in regola con le prescrizioni del DL 127/2021 e la normativa sulla privacy.

Il KIT ADEMPIMENTI - GREEN PASS è composto da:
  1. documento con l'approfondimento normativo per la gestione delle verifiche del Green Pass in azienda;
  2. modello personalizzabile dell'incarico di autorizzazione al trattamento dei dati per i soggetti incaricati dal datore di lavoro alla verifica del green pass attraverso l'app. VERIFICA C-19 ex art. 29 del GDPR;
  3. modello personalizzabile dell'informativa sul nuovo trattamento dati, conforme alle prescrizioni di cui agli artt. 13 e 14 GDPR con gli adeguanti riferimenti normativi e le corrette basi giuridiche del trattamento, da apporre nelle vicinanza del luogo ove viene effettuata la verifica del green pass;
  4. istruzioni per l'aggiornamento del registro dei trattamenti, secondo le prescrizioni dell'art. 30 GDPR;
  5. modello personalizzabile della procedura per la gestione operativa delle verifiche dei green pass dei propri lavoratori e dei terzi che accedono in azienda che stabilisca le modalità sul controllo massivo o a campione del green pass, luogo e modalità della verifica, istruzioni in caso di riscontro di un green pass non valido oppure in caso di rifiuto all'esibizione;
  6. manuale d'uso APP VERIFICA C-19;
  7. corso di formazione (1 ora online), per la personalizzazione e l'uso dei documenti e delle procedure obbligatori e la formazione dei soggetti incaricati alla verifica;
  8. Personalizzazione del cartello da apporre nelle vicinanze dell’area di verifica dei Green Pass, con logo e descrizioni esclusive;
  9. modello di verbalizzazione del mancato possesso del green pass PRIMA dell'ingresso in azienda;
  10. modello di verbalizzazione del mancato possesso del green pass DOPO l'ingresso in azienda.

MODULISTICA COVID - GREEN PASS

METTITI SUBITO IN REGOLA CON IL D.LGS 52/2021 ED EVITA LE SANZIONI
Per maggiori informazioni SCARICA GRATIS
per acquistare on-line
Scarica gratuitamente e senza alcuna formalità il cartello informativo "AREA VERIFICA GREEN PASS".
Per scaricare gratuitamente il documento in PDF, clicca qui.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Per ottenere maggiori informazioni su come mettersi concretamente in regola con le complesse normative COVID  e GREEN PASS NEL SETTORE PRIVATO ed evitare le pesanti sanzioni previste in caso di inadempienza, compilate il form che trovate in fondo alla pagina, indicando la tipologia del business aziendale, ed il numero dei dipendenti da autorizzare.
logo studio maggiolo pedini associati
via Mons. Daniele Comboni, 3
35136 Padova
direzione 328.6241003
amministrazione 331.1880491
Privacy Policy      |      Note legali     |       Codice Etico
Copyright © studio maggiolo pedini associati   |   p. iva 03610290284
associato
logo-feredprivacy






Informativa breve trattamento dei dati
In riferimento alla legislazione vigente in materia di privacy, il trattamento dei dati forniti è finalizzato esclusivamente per rispondere ai servizi richiesti. Ho letto la vostra informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati forniti con l'invio di questa email, per poter ricevere newsletter, informazioni sulle vostre attività e/o inviti a seminari, e/o convegni. In qualsiasi momento posso revocare il consenso come indicato nella vostra informativa privacy trattamento dati web.

acconsento
non acconsento
iscritto nel Registro per la Trasparenza
n. 977016243752-95
Torna ai contenuti